Detrazioni fiscali per fotovoltaico 2017

By – On febbraio 01, 2017 – In Rinnovabili With

Anche quest’anno, grazie alla Legge di Bilancio 2017, approvata in via definitiva dal Parlamento, è stata prorogata  fino al 31 dicembre 2017, la detrazione del 50% sulle spese per gli interventi di ristrutturazione edilizia e quella del 65% per le spese relative ad interventi di riqualificazione energetica degli edifici (c.d. ecobonus). Ai fini Irpef gli utenti potranno quindi usufruire della detrazione del 50% per un massimo annuo di euro 96.000 per unità immobiliare, sulle spese sostenute per le operazioni di ristrutturazione edilizia,  ivi compresa l’installazione di impianti fotovoltaici e sistemi di storace. Possono beneficiare dell’agevolazione non solo i proprietari o i titolari di diritti reali sugli immobili per i quali si effettuano i lavori e che ne sostengono le spese, ma anche l’inquilino o il comodatario. In particolare, hanno diritto alla detrazione (fonte Ag. delle Entrate):

  • il proprietario o il nudo proprietario
  • il titolare di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie)
  • l’inquilino o il comodatario
  • i soci di cooperative divise e indivise
  • i soci delle società semplici
  • gli imprenditori individuali, solo per gli immobili che non rientrano fra quelli strumentali o merce.

La detrazione spetta anche al familiare (coniuge, parenti entro il terzo grado, affini entro il secondo grado) convivente del possessore o detentore dell’immobile, purché sostenga le spese e le fatture e i bonifici risultino intestati a lui. L’agevolazione spetta anche se le abilitazioni comunali sono intestate al proprietario dell’immobile e non al familiare che beneficia della detrazione. La condizione di convivente o comodatario deve sussistere al momento dell’invio della comunicazione di inizio lavori. Per coloro che acquistano un immobile sul quale sono stati effettuati interventi che beneficiano della detrazione, le quote residue del “bonus” si trasferiscono automaticamente, a meno che non intervenga accordo diverso tra le parti. Ha diritto alla detrazione anche chi esegue i lavori in proprio, soltanto, però, per le spese di acquisto dei materiali utilizzati.

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.